Urgente Comunicazione Annullamento 2° Raduno Nazionale

Categoria: Notizie Pubblicato Lunedì, 11 Aprile 2016

Ai Soci dell’Associazione

Oggetto: 2° Raduno Nazionale Famiglie dei Combattenti Polacchi in Italia-Precisazioni

Facendo seguito alle polemiche scaturite in questi giorni relative al programma del nostro raduno, del quale mi sono occupato dallo scorso mese di dicembre, mi corre l’obbligo di fornire alcune precisazioni:

- l'incontro con l'Abate è stato concordato nei primi giorni dello scorso mese di dicembre, presente anche Pietro Rogacien (il contratto di affitto dei terreni era già attivo, non sappiamo da quanto tempo);

- la richiesta di celebrare la S.Messa è successiva, a seguito della indisponibilità di P.Mariano, il quale concordò, a suo tempo, sull'opportunità di richiedere all'Abate (ricordo che, in passato, l’allora Abate di Montecassino, persona sicuramente meno degna dell’attuale, concelebrò la S.Messa presso il Cimitero Polacco);

- ricordo a tutti che, come approvato recentemente all'unanimità dall'Assemblea dell'Associazione dei Polacchi, e come riportato nelle dichiarazioni degli ex combattenti ancora in vita, all'Associazione Famiglie è riconosciuto il diritto/dovere di conservare la memoria dei soldati polacchi e che tale onore è messo in atto dal Consiglio Direttivo e dal Presidente, regolarmente eletti! (e non nominati);

- a memoria dello scrivente, non risulta che qualcuno abbia chiesto il nostro parere sull'opportunità di avere cattivi rapporti con l'Abate di Montecassino;

- ogni decisione sulle iniziativedell'Associazione è presa e condivisa dal Consiglio Direttivo, come in ogni Associazione democratica e trasparente;

- con molta evidenza ci sono intenti polemici che non intendiamo condividere, lasciamo ad altri simili atteggiamenti che portano divisioni, la trasparenza e la correttezza sono sempre stati caratteri distintivi della nostra Associazione.

A titolo personale esprimo anche oggi, la mia stima e gratitudine a Pietro Rogacien per quanto ha fatto e continua a fare per il Cimitero Polacco a Montecassino, pur non condividendo le modalità con le quali è stata fino ad oggi gestita, non solo da lui, l’attività della Fondazione.

Premesso quanto sopra ritengo sia necessario annullare il nostro Raduno Nazionale, considerando che nella nostra Associazione è stato sempre presente un clima di collaborazione e condivisione che non intendo possa venire a mancare, almeno fino a quando sarò Presidente.

Naturalmente il mandato è sempre a disposizione dei soci, tenendo conto della difficoltà a volte incompatibili con impegni di lavoro, non c'è dubbio che io sia soggetto ad errori e ritardi.

Il Presidente dell'Associazione Famiglie dei Combattenti Polacchi in Italia

Lettera Raduno Nazionale a Montecassino